La Valle di Cembra

Il Comune di Soverè situato in sinistra orografica del torrente Avisio, in alta Valle di Cembra, al confine con l’Altopiano di Piné e Valfloriana. Il territorio del comune ha una superficie di 14,7 km2 e risulta compreso tra i 583 e i 2.020 metri s.l.m. Per parecchi secoli costituì una giurisdizione del Capitolo della Cattedrale di Trento.

Il territorio è costellato di frazioni a masi. Il capoluogo è Sover (836 m s.l.m.). A quote tra i 950 e i 1.130 metri sono situati i masi Facèndi, Piazzóli, Svèseri, Slósseri e Sette Fontane e la frazione più popolosa di Montesover; nei pressi dell’Avisio, a quota 650 m s.l.m. sorgono il maso Molini e il rudere del maso Castelìr. Più a nord, lungo la SP 71 si trovano la località Mezaùn e la frazione di Piscine (874 m), a monte della strada provinciale i casolari di Montealto (1.130 m) e Carnedo (1.125 m), a valle, verso il torrente, i masi Pianàci, Marigiàt, Bàito, Simoni, Gràva e Fraìne. Molti di essi sono ormai disabitati.

I toponimi dei masi fondati nella fascia altimetrica superiore testimoniano una fase di immigrazione di coloni di origine germanica, mentre ai Vettori viene attribuita la fondazione di gran parte dei masi situati verso il torrente Avisio.

Da vedere:

Malga Vernera

Torrente Avisio

Dove dormire:

Pensione Maria Turismo Rurale

Percorsi:

Sentiero dei Vecchi mestieri