La Valle di Cembra

Il Sentiero dei Vecchi Mestieri incomincia dal paese di Grauno (976 m s.l.m.), scende lungo la valle del Rio dei Molini, passa per la località La Rio di Grumes (638 m s.l.m.), attraversa il torrente Avisio sul Pont de La Rio (600 m s.l.m.), tocca i masi Molini, Castelir (650 m s.l.m.) e Pianàci (680 m s.l.m.), nel territorio comunale di Sover e termina a Piscine di Sover (876 m s.l.m.).

L’intero percorso è lungo 5 km circa. La percorrenza, con le soste per l’osservazione, richiede circa 4 ore per la sola andata. Il rientro può avvenire su percorsi alternativi, ben segnalati e indicati in cartina.

Dal Molino Cristofori a la Rio il sentiero segue il corso del Rio dei Molini, il cui nome riflette l’elevata concentrazione di antichi opifici. Tre di essi sono stati restaurati: il Molino Cristofori, la Segheria veneziana (chiamata Segheria Pojer Valentini o la Sega Lontana) – e la Fucina Cristofori.

Alle macchine ad acqua si aggiungono le “calcàre” (fornaci per la cottura della calce), le postazioni delle carbonaie e i masi, posti a diverse quote su tutto il territorio, testimonianza della colonizzazione degli ambienti più ostili.

Il sentiero ripercorre un’antica viabilità di collegamento tra le due sponde vallive e costeggia per lunghi tratti due corsi d’acqua: il torrente Avisio e il Rio dei Molini, suo affluente. L’ambiente, lontano dalla viabilità principale, presenta qui un elevato grado di naturalità.

Bibliografia consigliata:

Gottardi Roberta (a cura di), Il Sentiero dei vecchi mestieri da Grauno a Piscine di Sover, ed. Comunità della Valle di Cembra, 2012