In Valle di Cembra si trovano numerose aree soggette a protezione come Riserve Naturali Provinciali e Siti di Interesse Comunitario.

Si tratta in prevalenza di zone umide in conche originate dall’erosione dei ghiacciai del quaternario nel sostrato roccioso porfirico, impermeabile. La superficie e la profondità di dimensioni ridotte hanno facilitato la rapida colonizzazione degli specchi d’acqua da parte della vegetazione igrofila, il rapido impaludamento e la loro trasformazione in torbiere.

Le rare associazioni vegetali delle torbiere, con la presenza di qualche “relitto artico” e di piante insettivore come alcune specie di Drosera, nonché l’importanza per la riproduzione di anfibi ne costituiscono i loro motivi principali di interesse naturalistico.

La Rete di Riserve Alta Val di Cembra - Avisio raggruppa e gestisce secondo criteri unitari alcune di queste aree protette e la fascia del torrente Avisio.

Da visitare anche il Roccolo del Sauch, uno straordinario esempio di architettura vegetale realizzata con piante appositamente potate e intrecciate, e la Cascata del Lupo situata nei pressi delle Piramidi di Segonzano, nella valle del Rio Regnana.

parlano le immagini...